Gerusalemme, 1954: quando una dentiera ottenne il cessate il fuoco

Centro studi Giuseppe Federici – Per una nuova insorgenza
Comunicato n. 52/21 del 31 maggio 2021, Maria Regina

Gerusalemme, 1954: quando una dentiera ottenne il cessate il fuoco

Una incredibile storia!

Il 22 maggio 1954, una paziente di nome Miriam Zahedi si stava sporgendo dalla finestra della sua stanza all’Ospedale St. Louis a Gerusalemme, appena fuori dalla Porta Nuova. Miriam tossì così forte che la sua dentiera volò via dalla sua bocca e cadde a terra fuori dall’ospedale, su quella che allora era nota come Suleiman Street (oggi HaTsanchanim Street). La dentiera di Miriam cadde nella “terra di nessuno”.

Gli Accordi dell’armistizio del 1949 tra Israele e Transgiordania furono firmati a Rodi con l’aiuto della mediazione dell’ONU il 3 aprile 1949. Le linee dell’armistizio furono determinate nel novembre 1948. Tra queste linee, fu lasciato un territorio definito come “terra di nessuno” (No-Man’s Land). Tali zone si trovavano a Gerusalemme nell’area tra le parti occidentale e meridionale delle Mura di Gerusalemme e il quartiere Musrara. Quell’area era coperta di filo spinato, veicoli blindati bruciati, barriere di cemento e mine terrestri.

Miriam non avrebbe mai sperato di poter riavere la sua dentiera a causa della complessità della situazione politica, così rimase in silenzio per cinque giorni fino a quando finalmente informò Suor Odile, una delle infermiere che lavorava nell’ospedale.

Suor Odile contattò il suo Superiore, il quale immediatamente contattò il Consolato francese affinchè intervenisse. Il Consolato francese si rivolse ai funzionari israeliani chiedendo loro di consentire alle suore di attraversare la “terra di nessuno” per cercare la dentiera. I funzionari israeliani contattarono il Comitato Onu per il cessate il fuoco per mediare con i giordani una tregua che permettesse alle suore di cercare la dentiera. I giordani acconsentirono alla richiesta delle Nazioni Unite e, di conseguenza, fu formato un comitato di ricercatori per attraversare i confini della “terra di nessuno”.

Il comitato includeva le Suore dell’Ospedale di St. Louis, il comandante delle Nazioni Unite dotato di bandiera bianca, un ufficiale israeliano ed un ufficiale giordano. Incredibilmente, dopo ore di ricerche, la dentiera fu ritrovata tra le erbacce, rifiuti e fili spinati e riconsegnata alla sua proprietaria.

Fonte: rivista LIFE, “Racconto di alcuni denti: arabi e israeliani trattengono il fuoco per una dentiera persa” (2 luglio 1956).

https://www.facebook.com/BMJerusalemitesPhotoLib