I massoni: noi c’eravamo a Porta Pia. Non lo mettevamo in dubbio

Centro studi Giuseppe Federici – Per una nuova insorgenzaA-Porta-Pia-per-i-150-anni-2-800x533
Comunicato n. 77/20 del 21 settembre 2020, San Matteo

 I massoni: noi c’eravamo a Porta Pia. Non lo mettevamo in dubbio

II messaggio del gran grembiulone per il 150° anniversario della breccia di Porta Pia manifesta la natura massonica dell’occupazione di Roma. Tutti coloro che hanno festeggiato l’anniversario, a sinistra come a destra, si ritrovano quindi in pessima compagnia (o semplicemente con i loro ispiratori e/o foraggiatori).

Il Gran Maestro Stefano Bisi a Porta Pia per lo storico anniversario. “Noi c’eravamo 150 anni fa, ci siamo oggi e ci saremo sempre per difendere il libero pensiero e la Libertà”

Il Gran Maestro Stefano Bisi a Porta Pia “Noi c’eravamo 150 anni fa, ci siamo oggi e ci saremo sempre per difendere il libero pensiero e la Libertà”

“Noi c’eravamo 150 anni fa, ci siamo oggi e ci saremo sempre per difendere il libero pensiero e la Libertà”. Lo ha detto il Gran Maestro Stefano Bisi, che insieme alla Giunta del Grande Oriente d’Italia ha celebrato lo storico anniversario della Breccia di Porta Pia. “Sono 150 anni -ha ricordato Bisi- dal coronamento del sogno risorgimentale che ha visto tanti liberi muratori donare la propria vita per la costruzione di un sogno. Un sogno che continueremo ad alimentare anche nei prossimi anni, una celebrazione che il Grande Oriente non ha abrogato e che non vuole dividere i cittadini, ma  vuole unire tutti gli uomini nel segno della libertà”.

“Siamo reduci dalla Gran Loggia di Rimini. Il tema -ha riferito- è stato Uniti nelle diversità. Noi rispettiamo tutte le opinioni, rispettiamo il libero pensiero, ma desideriamo anche che il nostro diritto alla libertà di riunirsi, di ritrovarsi, di fare i nostri lavori ci venga garantita. In questo ci sentiamo come i bersaglieri che 150 anni fa arrivarono qui. Oggi ne onoriamo la memoria come onoriamo la memoria di tutti i caduti, senza fare differenze, senza fare distinzioni, nel rispetto delle idee di tutti certi che i nostri labari, che sono il simbolo della nostra identità, ci saranno sempre e che il tempo non disintegrerà”.

https://www.grandeoriente.it/il-gran-maestro-stefano-bisi-a-porta-pia-per-lo-storico-anniversario-noi-ceravamo-150-anni-fa-ci-siamo-oggi-e-ci-saremo-sempre-per-difendere-il-libero-pensiero-e-la-liberta/